Back
Navi Militari

Fregata Bergamini

  • Cliente: Marina Militare Italiana

  • Data: ?

Scroll

IL PROGETTO

Il programma FREMM è un progetto di collaborazione delle industrie della Difesa italo-francesi che ha lo scopo di sviluppare una nuova classe di fregate, aventi una base di partenza comune, ma con differenze “nazionali” funzione delle diverse esigenze operative. Le unità per la Marina Italiana vengono costruite nel cantiere integrato Fincantieri di Riva Trigoso-Muggiano. Le navi hanno un dislocamento a pieno carico di circa 6.500 tonnellate, una lunghezza fuori tutto di circa 144 metri e una velocità superiore a 27 nodi.

L’autonomia delle navi raggiunge 45 giorni continuativi e 6.000 miglia alla velocità di 15 nodi; le unità sono in grado di svolgere la funzione di navi comando CTG (Commander Task Group). Le unità vengono progettate e costruite nel rispetto del regolamento RINAMIL. Il sistema propulsivo ha una configurazione CODLAG, formato da una turbina a gas, due motori elettrici reversibili, eliche C.P. e quattro generatori diesel. Entrambe le versioni (GP e ASW) hanno un sonar a scafo collocato in apposito bulbo prodiero. La versione ASW è attrezzata anche con sensori sonar rimorchiati e imbarca due cannoni 76/62 mm Strales. La versione GP è attrezzata con due RHIB di elevata prestazione e con un cannone 127/64 mm, con sistema Vulcano, in sostituzione del 76/62 prodiero. Ambedue le versioni hanno doppio hangar per due elicotteri tipo SH90 o 1 SH90+1 EH101.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

x